Bianco Bordo Copertina di Facebook

In viaggio per le Alpi con Legambiente

Il cambiamento climatico è ormai un’innegabile realtà, così come le sue conseguenze.

Il costante aumento delle temperature estive, ad esempio, ha causato un imponente ritiro dei ghiacciai alpini, sia in termini di superficie che di spessore.

Infatti, sono già 200 i ghiacciai alpini che sono scomparsi negli ultimi decenni.

Dove anni fa il suolo era completamente ricoperto di ghiaccio oggi si stagliano boschi e pietra nuda, e ciò significa non solo la scomparsa di paesaggi mozzafiato, ma anche la perdita di biodiversità e importanti riserve di acqua dolce, una forte instabilità del suolo e un conseguente aumento delle frane.

La Carovana dei Ghiaccia

Accendere i riflettori su un tema così delicato ed importante è il primo passo verso uno stile di vita più cosciente e sostenibile, ed è per questo motivo che FPZ ha scelto di sostenere la Carovana dei Ghiacciai di Legambiente: una carovana itinerante di esperti che – in collaborazione con il Comitato Glaciologico Italiano e CIPRA (Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi) – ogni anno, nel mese di agosto, effettua delle importanti analisi sullo stato di salute dei ghiacciai in diverse località alpine, seguendo un percorso che nel 2023 ha attraversato sei tappe tra l’Italia, l’Austria e la Svizzera.

Senza titolo

L’Importanza della Ricerca

L’obiettivo di questo progetto è quello di raccogliere preziose informazioni sul ritiro dei ghiacciai, sensibilizzare i cittadini e le istituzioni nazionali e locali su ciò che sta minacciando l’ambiente di montagna e sulle possibili contromisure da adottare attraverso l’analisi e il confronto dei dati raccolti con quelli degli anni precedenti.

Per maggiori informazioni sul progetto è possibile visitare il sito web di Legambiente.

Vivere con consapevolezza e fare scelte lungimiranti è fondamentale per costruire una società più responsabile e sostenibile, che possa tutelare gli ambienti di alta quota.